Con la volontà di salvaguardare la presenza dei mammiferi marini del Santuario Pelagos

Considerando la grande ricchezza di specie marine e di habitat lungo le coste del Comune di Sori;

Considerando la presenza del Santuario Pelagos, risultato dell’Accordo internazionale firmato nel 1999 tra l'Italia, Monaco e la Francia per la protezione dei mammiferi marini e del loro habitat all'interno del quale si trova il territorio marittimo del Comune di Sori;

Considerando l'importanza della promozione di attività ecosostenibili in tutti i settori e in particolare in quelli del turismo e dell'economia;

Considerando l'importanza della tutela della qualità ambientale, paesaggistica e biologica per il presente e per il futuro;

Considerando la volontà espressa dal Comune di agire in favore della conservazione delle specie e degli habitat marini;

Il Comune di Sori, rivierasco del Santuario Pelagos, dichiara di condividere gli obiettivi del Santuario sottolineati nell'Accordo e decide di impegnarsi in una partnership con il Santuario Pelagos.

Attraverso la presente Carta, i partner si impegnano sulle disposizioni seguenti.

Il Santuario Pelagos:
qualora il partner firmatario lo richieda, fornirà assistenza e consigli sul tema dei mammiferi marini; elaborerà strumenti di sensibilizzazione e di comunicazione che saranno messi a disposizione del partner, in particolare per l'azione pedagogica o di informazione svolta dal Comune; darà visibilità al Comune partner sul sito Internet Pelagos e nei supporti di informazione che produrrà (in particolare, nel bollettino Pelagos);
animerà in termini prioritari delle sessioni di formazione o di sensibilizzazione sui mammiferi marini e la loro protezione rivolti al personale del Comune.

Il Comune di Sori riserverà una particolare attenzione alla questione dei mammiferi marini: adottando, nell’ambito delle sue decisioni gestionali, le soluzioni che abbiano l’impatto minore su questi animali; favorendo le azioni pedagogiche e/o di informazione sul suo territorio e la diffusione delle informazioni sul e presso il Santuario Pelagos ; contribuendo a ridurre al massimo le attività che hanno un impatto sui mammiferi marini., ivi inclusa la « demotonautizzazione  sportiva » applicando il disposto dell’ar. 5 della Legge n.391 dell’11.10.2001. Tuttavia, se queste dovessero svolgersi, il Comune si impegna a garantire un controllo adeguato, nella misura dei suoi mezzi, , sia tramite il personale comunale con la formazione adeguata, sia attraverso i membri autorizzati di Pelagos. Questi controlli permetteranno di vigilare sul rispetto degli obiettivi di gestione del Santuario; contribuendo a trasmettere le informazioni sugli eventuali spiaggiamenti di mammiferi marini o di altre specie marine che potrebbero avere luogo lungo il suo litorale.

In virtù del suo impegno, il Comune potrà esporre la bandiera del Santuario, nonchè ogni strumento di valorizzazione della carta realizzato da Pelagos, sul suo porto e ovunque lo riterrà utile.

La carta è valida due anni a partire dalla sua firma e potrà essere rinnovata, su richiesta esplicita del Comune, previa verifica, da parte di Pelagos, delle attività svolte secondo quanto previsto nella griglia di valutazione di esse, allegata alla presente Carta di Partenariato (all. 1).

Il funzionamento della carta sarà oggetto di una valutazione congiunta ogni due anni. Un'evoluzione eventuale della carta potrà essere prevista in occasione di questa valutazione.

Fatto a Genova il 17.11.2016